Marzo 2017 - SITO INTERNET CIVIS

Associazione per la tutela dei diritti dei cittadini
Ferentino
Associazione per la tutela dei diritti dei cittadini
Vai ai contenuti

Menu principale:

ARCHIVIO NEWS > 2017
ARCHIVIO NOTIZIE MARZO 2017
14 marzo 2017
 Comunicato Stampa dell’Associazione CIVIS di Ferentino
Riunione del Coordinamento ambientale dei Sindaci della Valle del Sacco: l’Associazione Civis richiede ai sindaci di Anagni, Colleferro, Paliano e Patrica di disporre una moratoria sugli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti.
In occasione della riunione del Coordinamento Ambientale dei Sindaci della Valle del Sacco tenutasi ieri a Ferentino, il Presidente di CIVIS, Alessandro Ciuffarella, ha consegnato ai Sindaci di Anagni, Colleferro, Paliano e Patrica una formale richiesta per procedere all’emissione di una moratoria che vieti la collocazione di nuovi impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti nei territori dei medesimi Comuni, sul modello di quanto già disposto dal Consiglio Comunale di Ferentino il 06 Marzo u.s.
Infatti, tutte e quattro le amministrazioni comunali hanno la possibilità di inserire nei redigendi nuovi Piani Regolatori norme di salvaguardia ambientale consistenti nel divieto di esercizio e collocazione di nuovi impianti industriali dedicati al trattamento e smaltimento dei RSU, in particolare della frazione indifferenziata. Inoltre, Anagni e Paliano sono particolarmente esposte all’insediamento di nuovi impianti di trattamento e smaltimento dei RSU poiché per il vigente Piano di Gestione dei Rifiuti appartengono territorialmente all’ATO di Roma, il quale sconta un deficit di fabbisogno che la Regione Lazio intende colmare “scaricando” la maggior parte degli impatti del ciclo dei rifiuti sulla Valle del Sacco.
La sintesi dell’intervento del Presidente di Civis è la seguente:
“L’atto che chiediamo ai Sindaci è un primo passo concreto verso la definizione di una moratoria forte e cogente che impedisca, fino al risanamento ambientale della Valle del Sacco, l’esercizio di nuovi impianti per i rifiuti.
Il contesto ambientale della Valle del Sacco è di tale gravità, e le ricadute sullo stato di salute della popolazione così devastanti che non è possibile esitare ancora: gli impatti di questi impianti oggi non sono più sostenibili dalla Valle del Sacco. Proponiamo la moratoria e la sosteniamo con forza perché siamo stanchi di contare i morti nelle nostre famiglie, perché al di là dei freddi numeri degli studi epidemiologici è la realtà quotidiana del dolore ed impotenza delle nostre famiglie che ci colpisce e ci ferisce.
Il modello di intervento reso dal Consiglio Comunale di Ferentino con l’approvazione all’unanimità di un ordine del giorno che impegna Sindaco, Giunta ad Uffici ad inserire nel nuovo Piano Regolatore norme di salvaguardia ambientale, dovrebbe essere seguito e replicato dagli altri Comuni poiché costituisce un efficace atto d’indirizzo e di impegno sul piano sia amministrativo che politico. Continuiamo a ringraziare il Sindaco ed il Consiglio Comunale di Ferentino per aver recepito le istanze delle associazioni ed aver dato un segnale inequivocabile: la salvaguardia ambientale del nostro territorio si può e si deve attuare.
E come ha giustamente precisato il Sindaco di Ferentino, Avv.Pompeo, l’odg approvato dal Consiglio Comunale di Ferentino non impegna al divieto assoluto di collocazione di ogni impianto, ma lascia spazio alle infrastrutture dedicate e circoscritte al fabbisogno della comunità di Ferentino ed indirizza verso lo sviluppo dell’economia circolare poiché esclude dal divieto le attività di recupero e riciclo delle frazioni differenziate dei rifiuti.
Pubblichiamo e divulghiamo, perciò, il testo dell’odg del Consiglio Comunale di Ferentino consegnato dalla Consigliera Timi a tutti i sindaci intervenuti alla riunione, e che contiene anche un’altra iniziativa, strategica ed assai efficace: la proposta di costituzione di un ufficio intercomunale di coordinamento amministrativo fra i vari Comuni, con specifiche competenze sui procedimenti e sulle problematiche ambientali.
Al Sindaco di Anagni, Dott.Bassetta che ha parlato di “fuga in avanti” circa l’inserimento delle norme di tutela nei Piani Regolatori dei Comuni, rispondiamo che proponiamo questo atto concreto, incisivo, perfettamente legittimo e realizzabile, perché siamo stufi di roboanti dichiarazioni d’intenti mai seguite dai fatti, di promesse disattese, di appelli sempre caduti nel vuoto e nel silenzio. Sono anni che le associazioni chiedono una moratoria per la Valle del Sacco, senza alcun esito né risposta dalle istituzioni regionali: è venuto il momento di agire, ora e subito prima che i danni siano irreversibili, di mettere da parte ogni esitazione e di costruire la tutela del nostro territorio con iniziative coraggiose, a partire dalle amministrazione comunali che hanno il dovere ed il diritto di difendere i loro cittadini.
Alcuni mesi fa Civis stava raccogliendo i fondi per uno dei ricorsi al TAR contro l’autorizzazione all’esercizio di un nuovo impianto per i rifiuti, il cui esito fu positivo; un cittadino la cui famiglia era ed è in gravi difficoltà economiche volle contribuire con 5 Euro, che per lui costituivano un grandissimo sacrificio.
Non ci fu modo di dissuaderlo: “non potrò lasciare ai miei figli che una casa modesta ed un po’ di terra, ma che almeno non sia inquinata ed assediata dall’immondizia”.
E’ nella dignità di questi cittadini la fonte della nostra determinazione: la moratoria siamo decisi a conquistarcela da soli”.

Ferentino,lì 14Marzo 2017                  
 
                                                                                                                  Associazione Civis
ODG Comune di Ferentino
7 marzo 2017
 Comunicato Stampa dell’Associazione CIVIS di Ferentino
"Moratoria sugli impianti per i rifiuti: il Consiglio Comunale di Ferentino ha approvato all’unanimità il primo atto per la tutela dell’ambiente e della salute nel suo territorio"
Il Consiglio Comunale di Ferentino ha approvato ieri all’unanimità un ordine del giorno che impegna il Sindaco, la Giunta e gli Uffici comunali ad inserire nel redigendo nuovo Piano Regolatore del Comune di Ferentino PUCG, norme per il divieto di collocazione ed esercizio di nuovi impianti di trattamento e smaltimento di Rifiuti Solidi Urbani, in particolare discariche, termovalorizzatori, TMB e compostaggi, con l’esclusione delle attività di recupero e riciclo delle frazioni differenziate e degli impianti esclusivamente a servizio del fabbisogno della comunità di Ferentino.
La richiesta di procedere in tal senso era stata avanzata dall’Associazione CIVIS con una lettera indirizzata al Sindaco Avv.Antonio Pompeo, il quale ne ha fatto propri gli intenti, finalizzati alla tutela del territorio di Ferentino che non può sostenere ulteriori impatti ambientali.
La Consigliera Stefania Timi ha presentato l’odg al Consiglio, il quale ha approvato all’unanimità il testo dell’atto.
Si tratta di un importantissimo risultato, condiviso fra cittadini, associazioni e istituzioni, che costituisce le fondamenta per la costruzione di una solida moratoria per la salvaguardia ambientale di Ferentino.
E’ il primo deciso passo di un percorso sicuramente ancora lungo, che Civis seguirà e sosterrà giorno per giorno fino alla sua conclusione, ma è stata aperta ed intrapresa la strada per tutelare concretamente ambiente e salute nel territorio del nostro Comune.
Tutti gli appelli finora avanzati, anche da Civis, ai rappresentanti della Regione Lazio affinché dessero corpo alla moratoria sui nuovi impianti, avevano raccolto formali adesioni ma nessuna iniziativa; la città di Ferentino, in tutte le sue componenti civiche, politiche ed amministrative, ha quindi deciso un’azione univoca: la moratoria per il nostro territorio ce la facciamo da soli.
L’impegno dell’amministrazione di Ferentino costituisce un precedente che dovrebbe spronare altre amministrazioni ad agire nello stesso solco; invitiamo i cittadini e le associazioni degli altri Comuni della Valle del Sacco a richiedere e sollecitare –con determinazione e senza indugi- i loro organi e rappresentanti comunali a procedere nella direzione indicata dalle istituzioni di Ferentino.
L’associazione CIVIS ringrazia il Sindaco di Ferentino che ha inteso raccogliere e condividere la nostra istanza; ringrazia la Consigliera Timi che ha presentato e sostenuto l’odg per la moratoria, e tutti i consiglieri comunali, sia della maggioranza che dell’opposizione, che hanno approvato l’atto dando un segnale chiaro ed inequivocabile per la difesa dagli impatti ambientali dei nuovi impianti per i rifiuti.
Ringraziamo anche l’Assessore all’Ambiente e l’Ufficio Ambiente del Comune di Ferentino, che hanno esaminato e recepito la proposta di Civis.
Non appena sarà pubblicato il verbale del consiglio comunale con l’approvazione dell’odg, ne diffonderemo il testo sul sito web e sulla pagina facebook dell’associazione; nel frattempo pubblichiamo la lettera di Civis al Sindaco che ha dato avvio all’inziativa.
Il Consiglio Comunale ha approvato anche un secondo punto inserito nell’odg, che impegna il Sindaco, la Giunta e l’Assessore all’Ambiente a predisporre e sottoscrivere un protocollo d’intesa con i Comuni limitrofi per una gestione unitaria e coordinata dei procedimenti amministrativi e delle problematiche in materia ambientale.
 
Ferentino,lì 07 Marzo 2017                  
 
                                                                                                             Associazione Civis


LETTERA MORATORIA AL SINDACO
Associazione NO PROFIT di Ferentino
Tutela Ambientale
civis.ferentino@poste-certificate.it
www.civisferentino.eu
Codice Fiscale Associazione
92071510603
- Tutti i diritti riservati -
- Tutti i diritti riservati -
C.F. 92071510603
C.F. 92071510603
Associazione NO PROFIT di Ferentino
Tutela Ambientale
Torna ai contenuti | Torna al menu